domenica 7 aprile 2013

THE LITTLE BLACK JACKET

CHANEL

THE 
LITTLE 
BLACK 
JACKET
CHANEL'S CLASSIC REVISITED
BY KARL LAGERFELD AND CARINE ROITFELD

Mostra fotografica di Karl Lagerfeld
Dal 6 al 20 Aprile 2013
dalle ore 10.00 alle 19.30
Rotonda della Besana

FREE ENTRANCE
 Gabrielle Coco Chanel



Carine Roitfeld




Milla Jovovich

Letitia Casta

Saskia De Brauw

Huma Turman

Vanessa Paradis
cantante - attrice

Gaia Repossi
creatrice di gioielli

Charlotte Casiraghi

China Chow
esperta d'arte - musa

Sandro Kopp
pittore



Alexandra Richards

Virginie Ledoyen

Leigh Lezark
Dj

Freja Beha
modella

Rinko Kikuchi
modella

Anna Wintour

Sara Jessica Parker

Me + Anna Wintour



Beyoncé

Daphne Guinness


Kiko Mizuhara

Astrid Bergés-Frisbey

Elisa Sednaoui




La mostra "the little Black Jacket" celebra 113 scatti ad opera di Karl Lagerfeld e Carine Roitfeld (ex direttore di Vogue Paris).

l'inaugurazione, la sera del 4 Aprile, ha visto partecipe grandi nomi della moda e dello spettacolo come Vanessa Paradis, Anna dello Russo, Carole Bouquet....


STORIA

La "petite veste noir" nasce nel 1954, ovvero quando Coco Chanel aveva ben 71 anni. Il fatto è già di per sé un miracolo: la stilista, infatti, stava provando a rifarsi una carriera e una reputazione. La prima venne interrotta alla vigilia dello scoppio della Seconda guerra mondiale, quando l'atelier di Coco contava 4.000 dipendenti e 28.000 modelli di abiti prodotti ogni anno. La seconda era stata pericolosamente infangata dalle frequentazioni con un ufficiale delle SS, motivo che l'aveva tacciata di filo-nazismo.
Il ritorno sulla passerella di una donna non certo giovane, ostinata e altezzosa, scontrosa e determinata, era atteso da una doppia fila di fuochi incrociati. Come sempre, però, Mademoiselle tirò fuori il coniglio dal cilindro: in questo caso, era una giacca tirolese, semplice e modesta, vista sui camerieri di un centro termale proprietà del conte Hubert von Pantz, a Salisburgo. Si tratta di un modello semplice e bordato di passamaneria, senza revers e con quattro tasche frontali, due in corrispondenza del petto e due sui fianchi. Insomma, una livrea anonima e di facile confezione, frutto di necessità e virtù di qualche sartina anonima a cui era stato chiesto di unire praticità e decenza.
Agli occhi della stilista, però, il banale diventa l'eccezionale di cui era alla ricerca: un altro modo di rendere le donne libere ma femminili, agili ma sofisticate, cameriere e insieme principesse, tagliando con un solo colpo di forbice le distinzioni sociali e i ruoli di genere. Poco importa se all'epoca lo stile era un trionfo di tessuto, balze, ruches e altre diavolerie come aveva imposto il new Look di Christian Dior. La giacca nera da cameriera di Coco faceva piazza pulita del superfluo non solo per la sua perfezione di forma, ma soprattutto per il suo significato di sostanza. Il suo successo fu immediato: dalle critiche dei giornali, alla Casa Bianca  (dove divenne la divisa della prima first lady della storia, Jaqueline Kennedy), ai salotti borghesi fino al grande schermo.


http://thelittleblackjacket.chanel.com/it_IT/thejacket/video/1
Posta un commento
Copyright © 2014 Valentina Poltronieri Fashion Blog

Distributed By Blogger Templates | Designed By Darmowe dodatki na blogi